Home

Testi liturgici

S.Atanasio

Testi vari

Glossario

Icone

Links

Bibliografia

Musica

Indice

Informativa privacy

La Grande e Santa Settimana
nella Chiesa bizantina greca

I riti della Grande e Santa Settimana nella tradizione greca sono basati sulla Liturgia delle Ore - essenzialmente orthros (mattutino) e esperinòs (vespro) - anche se con il tempo, soprattutto per motivi pastorali, la loro celebrazione ha subito uno spostamento temporale tanto da non coincidere più né con la collocazione propria (l'orthros viene celebrato alla sera del giorno precedente) né con la cronologia tradizionale degli eventi della Passione.

Per praticità i testi relativi verranno qui riportati secondo il momento di attuale celebrazione.

Nota: I testi presenti in questa pagina sono disponibili nei due formati A5 per la stampa fascicolata fronte-retro, A4 per la stampa normale a fogli singoli. I testi sono i medesimi.

Domenica delle Palme

Si tratta dell'orthros del Grande Lunedì, celebrato la Domenica sera anziché prima dell'alba del lunedì, per favorire la partecipazione da parte dei fedeli

Grandi e Santi Lunedì, Martedì e Mercoledì

L'officiatura del Nymphios viene ripetuta il martedì e il mercoledì, con le varianti proprie.

La sera dei tre giorni viene celebrata la Liturgia dei Presantificati.

Grande e Santo Giovedì

Viene celebrato al mattino. Si commemora la lavanda dei piedi e l'Ultima Cena. È seguito dalla Divina Liturgia di S. Basilio.

Propriamente mattutino del Grande Venerdì, ricorda la Crocifissione. È caratterizzato dalla lettura di 12 pericopi evangeliche e dalla processione con la Ss.ma Croce.

Grande e Santo Venerdì

Sono celebrati al mattino.

Si tratta del mattutino del sabato, anticipato per favorire la partecipazione dei fedeli alla sera precedente. La processione con l'Epitaphios per le vie della località è in oriente uno dei momenti dell'anno liturgico più sentiti dai fedeli.

Grande e Santo Sabato

È celebrato al mattino e il canto nell'"Anasta o Theos..." (Sorgi o Signore...) accompagnato dal festo scampanio costituisce il primo annunzio della Resurrezione. È seguito dalla Divina Liturgia di S. Basilio.

Grande e Santa Domenica di Pasqua

La veglia pasquale include l'ufficio di mezzanotte, l'annuncio vero e proprio della Resurrezione, il mattutino e la Divina Liturgia di San Giovanni Crisostomo. In alcuni luoghi il mattutino e la Liturgia vengono rimandati al mattino

Il vespro del giorno di Pasqua, celebrato nel pomeriggio, è caratterizzato, oltre che dal ripetersi dell'inno "Cristo è risorto..." dalla lettura del Vangelo in diverse lingue.